Crea sito

IPOCONDRIA: LA PAURA DELLE MALATTIE

L’ipocondria è l’eccessiva paura, preoccupazione o falsa convinzione di soffrire di una malattia.
Vediamo le cause, i sintomi e le caratteristiche principali che caratterizzano questo disturbo.

ipocondria
Non sono un ipocondriaco, sono un allarmista” Woody Allen

L’ipocondria è la preoccupazione o il timore eccessivo di contrarre o soffrire di una malattia. 
Questa paura può concentrarsi nella convinzione incontrollabile di avere un quadro clinico molto grave. 

I pensieri sono talmente disfunzionali da interferire con la vita della persona e ne limitano il funzionamento quotidiano su più aree: familiare, sociale, lavorativo. 
La preoccupazione e i dubbi persistono nonostante le conferme da parte dei medici del buono stato di salute.

L’esposizione alle informazioni che ricevono dai media, spesso catastrofiche, può generare in loro uno stato di ansia che supera la capacità di fronteggiamento delle difficoltà.

DIAGNOSI

Nella quinta edizione del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5), l’ipocondria è definita come Disturbo da ansia di malattia ed è caratterizzata dalla preoccupazione di avere o contrarre una grave patologia.

In genere non sono presenti sintomi somatici ma, in alcuni casi, possono esserci di lieve intensità. Ovviamente è presente una forte ansia riguardo la propria salute e la persona si allarma facilmente.

Inoltre, vengono messi in atto comportamenti eccessivi come ripetute visite e analisi mediche oppure, al contrario, evitamenti disadattivi come, ad esempio, rifiutarsi di andare in ospedale o prendere farmaci. 

Queste preoccupazioni devono essere presenti da almeno 6 mesi per poter diagnosticare un disturbo da ansia di malattia e la specifica patologia di cui si ha paura può cambiare nel corso di questo periodo di tempo.

CAUSE

L’ipocondriaco cerca una spiegazione medica al suo disagio, non capendo che, in realtà, nasce da fattori psicologici.
Non ci sono cause precise che possono far insorgere l’ipocondria, ma è possibile ipotizzarne alcune come:

  • aver avuto una malattia grave durante l’infanzia
  • un familiare ha sofferto in passato di una malattia 
  • aver vissuto un evento molto stressante

VIVERE CON UNA PERSONA IPOCONDRIACA

Quando si vive o si ha a che fare quotidianamente con una persona ipocondriaca, è molto importante essere comprensivi e pazienti, offrire consigli e valutazioni positive.

Le persone che soffrono di ipocondria tendono a sentirsi incomprese e giudicate per i propri comportamenti e pensieri, che per gli altri risultano esagerati ed estremizzati. Per questo motivo sperano che le proprie preoccupazioni siano comprese, non messe in discussione. 

Avere il supporto dei loro familiari, amici o colleghi di lavoro è vitale per sentirsi al sicuro. 

IPOCONDRIA E CORONAVIRUS

Il coronavirus ha messo e sta mettendo a dura prova tutti noi.
Le persone che soffrono di ipocondria o di disturbi d’ansia sono costantemente attivati dallo stress della quarantena, dall’incertezza del termine dello stato di emergenza e, soprattutto, dalla paura di contrarre o aver contratto il virus.

Come già spiegato in questo articolo http://www.giorgiapetruccipsicologa.it/coronavirus-stress-e-paura/, è importante seguire solo informazioni da fonti ufficiali perché si può andare in allarme a causa di notizie non veritiere. 

In questo periodo si stanno sviluppando nuovi casi di ipocondria e quindi di eccessiva preoccupazione per il proprio stato di salute perchè ogni minimo sintomo viene percepito come un segnale inequivocabile di infezione da covid-19.

CONSIGLI CONCLUSIVI

Un libro che consiglio di leggere a chi soffre di ipocondria o a chi vuole conoscere meglio questo disturbo è “La paura delle malattie. Affrontare e superare l’ansia per la salute e l’ipocondria” di Gordon J.G. Asmundson e Steven Taylor https://www.amazon.it/malattie-Affrontare-superare-lansia-lipocondria/dp/8859016703/ref=sr_1_5?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=ipocondria&qid=1585070391&sr=8-5

Chi vuole iniziare un percorso psicologico per affrontare il problema dell’ipocondria può contattarmi alla mail giorgiapetrucci.psicologa@gmail.com e richiedere una prima consulenza gratuita.