Crea sito

CHI HA SPOSTATO IL MIO FORMAGGIO?

CAMBIARE SE STESSI IN UN MONDO CHE CAMBIA IN AZIENDA, A CASA, NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI

di Spencer Johnson

Cambiamento
Copertina del libro

Si dice che non bisogna giudicare un libro dalla copertina e “Chi ha spostato il mio formaggio?” ne è la prova.
Credo che questo sia uno dei libri più attuali e di aiuto per affrontare la Fase 2 e la ripresa.

Non vi ritroverete a fare una semplice lettura, perché Spencer Johnson vi inviterà ad immergervi in una storia dai toni leggeri e spiritosi che farà riflettere su uno stile di vita innovativo.
Capirete che evitare di farsi eccessivamente vincolare da certe abitudini e dalla quotidianità, può portare ad affrontare e ricercare i cambiamenti in un modo ottimale e più funzionale.

“Occorre essere più consapevoli della necessità di comportarsi in modo semplice,
di essere flessibili e pronti ad agire rapidamente.
Non è necessario complicare troppo le questioni o disorientare
se stessi con apprensione e paure.
Bisogna essere capaci di notare i piccoli segni di cambiamento
non appena essi si presentano, in modo da essere preparati ai grandi cambiamenti che potranno sopravvenire in seguito.”

TRAMA

La storia racconta di due topolini, Nasofino e Trottolino, e di due gnomi, Tentenna e Ridolino, che vivono in un Labirinto.
Per sopravvivere ed essere felici vagano in questo Labirinto fino a quando un giorno, per caso, trovano un grande deposito di Formaggio.

Ognuno di loro ha il Formaggio che più lo appaga ma affrontano tutti la vita in modo differente: i topolini si godono il loro bottino di Formaggio ma restano vigili e pronti per affrontare eventuali cambiamenti; gli gnomi vivono il deposito come luogo dove vivere in pace e tranquillità per tutta la vita, senza notare eventuali mutamenti.

Cosa succede quando il Formaggio inizia a diminuire fino a terminare del tutto? I topolini, che avevano intuito il cambiamento, si adattano e vanno di nuovo alla scoperta di un nuovo deposito dentro il Labirinto. Gli gnomi, impreparati e sconvolti, vivono in modo disperato questa mancanza, restando passivi in attesa che il Formaggio ricompaia magicamente.

Aveva imparato che avrebbe dovuto adeguarsi più rapidamente,
perché se non ci adattiamo in tempo,
può succedere che non riusciremo ad adattarci mai più.
Aveva dovuto ammettere che la resistenza più ostinata
al cambiamento risiede dentro di noi,
e che nulla può migliorare finché noi non cambiamo.

Il loro amato Formaggio è la rappresentazione di ogni desiderio umano: il Labirinto simbolizza la vita, con il suo cammino pieno di imprevisti e deviazioni, e  il Formaggio costituisce ciò che è fondamentale per stare bene ed essere appagati.

Non leggerete passaggi complessi o noiosi perchè, nonostante la sua brevità, propone dei suggerimenti che spesso non vengono considerati quando ci troviamo a vivere o affrontare una novità imprevista.

Sarebbe utile chiedersi con quale dei personaggi ci si identifica di più e chiedersi se ciò che si ha corrisponde al Formaggio che si desidera davvero.

GLI INSEGNAMENTI DI RIDOLINO

Lo gnomo Ridolino scrive su un muro degli insegnamenti, sperando che il suo amico Tentenna possa trovarli, rinunciare alle vecchie abitudini e vincere le sue paure. Per farlo, doveva vedere il vantaggio del cambiamento intimamente. Nessun altro poteva farlo per lui.

Le sue idee erano così riassunte:

  • Il cambiamento è inevitabile
  • Prevedi il cambiamento
  • Controlla il cambiamento
  • Adattati rapidamente al cambiamento
  • Cambia
  • Apprezza il cambiamento
  • Sii pronto a cambiare rapidamente e a farlo con gioia sempre maggiore

IL CAMBIAMENTO

Quando ci troviamo a fare i conti con una realtà più complessa di quella a cui eravamo abituati, una crisi di regole e valori, una necessità di creare nuove abitudini e identità, il cambiamento è inevitabile e necessario.

La crisi ci permette di aprire la porta al cambiamento, di dare maggiore risalto alle nostre potenzialità. 
Siamo spesso inconsapevoli della forza delle nostre risorse che potrebbero emergere e rafforzarci. 

Uscire dalla zona di confort e aprirsi al cambiamento permette di affrontare nuove sfide e opportunità, sognare, rischiare e soprattutto sentirsi liberi!

Pensate a ciò che stiamo vivendo in questo 2020 e come lo stiamo affrontando giorno dopo giorno.
Se pensate a come eravate ad inizio anno, a cosa pensavate e provavate, al vostro stile di vita e alle vostre abitudini, noterete sicuramente un cambiamento, un nuovo adattamento.

«Talvolta», disse Ridolino quando si riprese, «le cose cambiano e non tornano più le stesse. Adesso sembra proprio uno di quei momenti, ed è capitato a noi. Tentenna, è la vita! La vita va avanti, e noi dobbiamo fare lo stesso.»

cambiamento

Per acquistare il libro https://www.amazon.it/spostato-formaggio-Cambiare-stessi-azienda/dp/8820030977/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&crid=KQP48TY6OLAU&dchild=1&keywords=chi+ha+spostato+il+mio+formaggio&qid=1589293093&sprefix=chi+ha+spostato%2Caps%2C248&sr=8-1